Sabato 18 novembre 2017, 00:18
giovedì, 27 marzo 2014
I dirigenti sono uguali agli altri lavoratori dipendenti?

In Italia non sempre. E per questo la Corte di Giustizia europea ci ha puniti.

La questione riguarda le procedure di licenziamento collettivo e la mancata piena ricezione da parte dell’Italia della direttiva sul tema. In particolare, il difetto italiano è sui dirigenti. Questa categoria di lavoratori è stata esclusa dagli accordi sindacali sui licenziamenti collettivi, che scattano dai 5 dipendenti licenziati in su. Il nostro ordinamento, infatti, considera i dirigenti come dipendenti “particolari” ai quali non applicare un asterie di tutele, come l’articolo 18 e, appunto, la procedure sui licenziamenti collettivi. Che succederà adesso? Siamo ad un punto di svolta delle relazioni industriali italiane? Ci spiega tutto Francesco Rotondi.